Come fare in casa il gel di Aloe

L’aloe vera è una pianta dalle tante proprietà (lenitiva, antinfiammatoria, analgesica, dà sollievo al prurito, disintossicante) che fin dall’antichità viene utilizzata dall’uomo per la cura e l’igiene del corpo. Se ne può utilizzare il succo per uso interno come tonico per curare esofagiti gastriti o coliti e comunque per i disturbi del tratto digerente, e il gel per uso eterno come lenitivo per la pelle ma anche come impacco per i capelli.

Oggi ho preparato il gel e vi assicuro che oltre ad essere facile è anche velocissimo:

1

Tagliare le foglie più “vecchie”, ossia quelle più vicine alle radici

3

Tagliare con un coltello da cucina le estremità e la parte con le spine ai lati, dopodichè togliere la parte verde sbucciando le foglie della pianta.

2

Lasciare in bagno in una bacinella per una notte le foglie in modo che la pianta espella la Aloina, una sostanza leggermente tossica che per gli usi interni potrebbe essere lassativa. Di tanto in tanto cambiare l’acqua che nel frattempo sarà diventata leggermente marroncina.

4

Una volta sbucciata la foglia con un cucchiaio da cucina si può facilmente raccogliere il gel raschiando la parte verde.

5

Mettere il tutto a frullare con un mixer.

6

Il gel ottenuto lo si conserverà in frigorifero in un contenitore scuro dove non passi la luce.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco come utilizzare al meglio il gel di aloe:

Continue reading

Come eliminare confezioni di plastica: lo shampoo solido !

Era da qualche tempo che guardavo con qualche “sospetto” lo shampoo sottoforma di saponetta, e siccome questo prodotto non sono mai riuscita ad “autoprodurlo”, l’unico modo per non comprare plasdocciatica era di provare questa soluzione.

Col mio Gruppo d’Acquisto guardo i prodotti della Saponaria e mi decido per ‘acquisto.

La prima cosa che mi sono detta è “perchè non ci ho pensato prima?”. Pensavo che questo shampoo non fosse all’altezza e che rendesse i capelli molto secchi: al contrario è un ottimo prodotto, pratico anche da viaggio ! Come sempre, provare per credere !

sapone

Ho scoperto…un ecopensar in Brasile

Curiosando qua e là come mio solito, ho scoperto che esiste un sito dal nome familiare che mi ha subito incuriosito …

1 si chiama ecopensar.com.br ed i temi trattati sono quelli che ovviamente riguardano l’ecologia, la vita “sostenibile” ed in mundo verde, merita andarlo a vedere.

2

Triclosan: attenzione all’uso dei saponi e detersivi che lo contengono !

 

images

 

Il cosidditto detergente antibatterico (triclosan) con ogni probabilità non è più efficace di un normale sapone; la FDA (Food and Drug Administration) ammette di non avere prove che i saponi che lo contengono siano davvero in grado di eliminare germi e batteri.

Circa il 75 per cento di saponi antibatterici liquidi e il 30 per cento dei solidi utilizzano il triclosan come ingrediente attivo. Il farmaco era un tempo usato esclusivamente in ambito ospedaliero, successivamente  è stato adottato dai produttori di saponi nel corso del ’90 per un volume di affari pari a 1 miliardo di dollari. Dopo il sapone il tricolosan è stato aggiunto anche a una serie di prodotti per l’igiene quali le salviette, il gel per pulire le mani oppure su taglieri, materassi e in ogni sorta di articolo per la casa, arrivando a uno uso eccessivo.

images (1)

 

Sono vari i motivi per cui è opportuno pensare bene prima di utilizzare dei prodotti di questo tipo e per approfondire l’argomento vi rimando a questo link dove si viene a conoscenza anche della dannosità per l’uomo e per l’ambiente che ne deriva.

Eco idee per il Natale…la cucina di cartone reciclato

Ero in cerca di eco idee per il regalo di Natale per mia figlia (6 anni), e ho scovato sul web questa idea che secondo me è di facile realizzazione, ecologica e sicuramente originalissima 😉

Guardate voi stessi, le immagini parlano da sole …

321

Addobbi di Natale con carta reciclata

Prima di tutto bisogna procurarsi del cartoncino, io ad esempio ho utilizzato la copertina di vecchie riviste.
Si ritagliano dei rettangoli di 3 misure diverse: per fare una pallina ci vogliono un rettangolo corto, 2 medi e 2 lunghi; la misura dipende da quanto si vuole fare grande l’addobbo, in questo caso io ho usato:

. 1 rettangolo di lunghezza 8 e larghezza 1,5 cm
. 2 rettangoli di lunghezza 15 e larghezza 1,5 cm
. 2 rettangoli di lunghezza 22 e larghezza 1,5 cm

1   Continue reading

Idee per Halloween…lanterne mostruose

Per far passare un pomeriggio in casa con i bimbi abbiamo preparato dei vasetti di vetro che abbiamo colorato all’esterno con della tempera arancione

1

 

e abbiamo ritagliato varie forme colorate di nero per fare occhi naso e bocca
Continue reading

Vapur, l’anti bottiglia

Element (1)

 

Di seguito pubblico il comunicato stampa arrivato oggi:

UN’ANTI-BOTTLE PER DIFENDERE IL PIANETA

“Dagli Stati Uniti arriva una bottiglia flessibile destinata a rivoluzionare il modo di dissetarsi: Venezia, 16 settembre 2013, sbarca in Italia l’Anti-Bottle Vapur, una borraccia pieghevole che ha l’ambizioso obiettivo di diventare il nemico n°1 delle bottiglie d’acqua usa-e-getta.

A differenza delle comuni borracce, l’Anti-Bottle flessibile è leggera e può essere comodamente trasportata all’interno di zaini o borsette, limitando al minimo lo spazio e il peso. È dotata di un moschettone che consente sia di agganciarla alla cintura o alla borsa, sia di richiuderla quando è vuota e ripiegata su se stessa. Ma non finisce qui: l’anti-bottiglia è progettata per essere messa in freezer ed essere lavata in lavastoviglie. Oltre a questo, la struttura a triplo strato di nylon e polietilene ne garantisce la resistenza ed è BPA-free: non contiene il Bisfenolo A, dannoso per la salute e presente nella maggior parte dei prodotti in plastica.

L’idea Vapur nasce in California da tre appassionati dell’outdoor che hanno deciso di dare una risposta ad una coscienza collettiva sempre più sensibile agli sprechi eccessivi e agli effetti negativi della plastica.

Continue reading

Detersivi alla spina, a Reggio Emilia chiude Goccia Verde

deters

 

Aimè nella mia città ha chiuso anche l’ultimo negozio di detersivi alla spina; possibile che sia così difficile contrastare il consumismo e abituare le persone ad un modo diverso di fare la spesa ?

E’ così semplice prendere da casa un barattolo o un flacone vuoto destinato al macero e farlo rivivere riempiendolo magari anche di detergente ecologico oggi alla lavanda domani alla vaniglia piuttosto che polvere detergente per la lavastoviglie o tanti altri prodotti SEMPLICEMENTE sfusi. Dovrebbe cambiare la mentalità in ognuno di noi e bisognerebbe che un determinato modo di fare la spesa tornasse in voga come ai tempi delle nostre nonne; ovvio il tempo è poco e mettersi a girare per negozi per trovare i prodotti a KM zero, biologici o di stagione è un mestiere !

Però una riflessione in più andrebbe fatta: quando si torna dalla spesa e si ripongono gli alimenti in frigo o in dispensa, vi è mai capitato di impiegare più di una manciata di minuti per togliere gli imballi ? Il volume della spesa cala drasticamente mentre si riempiono i contenitori della differenziata; è buffo comprare spazzatura no ? Eppure è così e ne siamo profondamente abituati. Speriamo che i consumatori diventino sempre più consapevoli e che il commercio offra più opportunità per diventarlo.