Sapone per i piatti fai da te

La ricetta è la medesima per il sapone liquido con base di sapone all’olio di cocco che riporto:

1 panetto da 500 gr. di sapone Alga
500 ml di acqua di rubinetto
20 o 30 gocce di oli essenziali a piacere
Preparazione:
Con un coltello tagliare il sapone a fette di 2 cm e metterlo insieme all’acqua in una pentola.
Accendere il fornello e portare dolcemente ad ebollizione. Spegnere e coprire. Lasciare così fino a quando il sapone non si sarà sciolto. Data l’elevata quantità di acqua non ci metterà molto, ma se dopo un paio d’ore dovessero esserci ancora dei pezzi insoluti, si può scaldare di nuovo e ripetere l’operazione precedente, fino a quando il sapone non si sarà sciolto del tutto.
Quando il sapone è freddo versarlo in un flacone da 1 litro, aggiungere poca acqua fino a riempimento. Sulla base dell’uso che se ne farà, si possono aggiungere degli oli essenziali come rosa, geranio, lavanda, ma anche agrumi o tea tree per un’azione disinfettante.

Sapone liquido multiuso con spruzzino

Sempre utilizzando come base il sapone all’olio di cocco, si può ottenere un ottimo sgrassatore adatto per tutte le superfici:

Ricetta per 1 Lt di prodotto: con un coltello tagliare il sapone a fette di 2 cm e metterlo insieme all’acqua in una pentola.
Accendere il fornello e portare dolcemente ad ebollizione. Spegnere e coprire. Lasciare così fino a quando il sapone non si sarà sciolto. Data l’elevata quantità di acqua non ci metterà molto, ma se dopo un paio d’ore dovessero esserci ancora dei pezzi insoluti, si può scaldare di nuovo e ripetere l’operazione precedente, fino a quando il sapone non si sarà sciolto del tutto.
Quando il sapone è freddo versarlo in un flacone da 1 litro, aggiungere poca acqua fino a riempimento. Sulla base dell’uso che se ne farà, si possono aggiungere degli oli essenziali come rosa, geranio, lavanda, ma anche agrumi o tea tree per un’azione disinfettante.

Detersivo lavatrice con sapone all’olio di cocco

Il sapone all’olio di cocco è più samplice da sciogliere rispetto a quello di marsiglia; per fare 2 Lt di detersivo occorrono 3 panetti di sapone da 500 Gr e 600 Ml di acqua.

Procedimento: tagliare a fettine il panetto (è morbido perciò è facile da tagliare con un normale coltello da cucina); mettere il sapone nei 600 Ml d’acqua in un pentolino e accendere il fuoco a fiamma bassa. Non fatelo bollire ma fate in modo che il prodotto si sciolga piano piano. Una volta sciolto spegnete il fuoco e lasciare raffreddare per poi aggiungere a piacere qualche goccia di olio essenziale. FATTO.

Come per tutti i saponi fatti in casa, per migliorare questo sapone si può aggiungere 1 cucchiaio di soda Solvay (che rompe lo sporco) e 1 di bicarbonato (che addolcisce l’acqua e toglie l’odore dagli indumenti).

Sapone all’olio di cocco biodegradabile al 100%

Non è sempre facile trovarlo perchè non sempre lo si trova in quasiasi supermercato, ma vi assicuro che questo sapone completamente biodegradabile non ha nulla da invidiare al sapone di marsiglia: molto schiumogeno e dall’elevato potere detergente, il cosiddetto sapone ALGA (questo è il più diffuso ma ci sono anche altri nomi) è un’ottima base per detersivi per il bucato ma, come dirò più avanti, anche per creare detergenti per la persona!

Il modo migliore per usare questo sapone è scioglierlo e prossimamente cercherò le ricette migliori da pubblicare, ma la cosa più importante da sapere è che, come anche per il sapone di marsiglia, tutti i saponi naturali devono essere “aiutati” da altre sostanze (sempre naturali) come il bicarbonato di sodio, la soda Solvay o il percarbonato di sodio per dare migliori risultati sul bucato.

Ricetta per fare la crema detergente per le superfici

Per fare questa crema tipo “cif” occorrono: un cucchiaio di bicarbonato, qualche goccia di detersivo per piatti (io uso l’NR della Just che è un detergente universale ecologico buonissimo !) e qualche goccia di olio essenziale a piacere. Al tutto si aggiunge acqua quanto basta per ottenere la consistenza dell’impasto desiderata (dev’essere una crema).

Io ne faccio un pò di più (circa 5 cucchiai di bicarbonato, 20 gocce di detersivo e acqua qb) giusto per averne a disposizione per un pò di tempo e per non doverla rifare tutte le volte. La crema la metto poi in un barattolo tipo quelli che si usano per la tintura dei capelli, così è più comodo anche per versare la crema direttamente sulla superficie.

Sappiatemi dire!

Dentifricio al bicarbonato fatto in casa

 

 

 

 

 

Finalmente ho perfezionato la ricetta per fare un buon dentifricio in casa, gli ingredienti sono l’argilla verde, il tea tree oil ed il bicarbonato.

Nel barattolo che userò per conservare il mio dentifricio (normalmente uso quelli degli omogeneizzati per bambini ma sto studiano cosa si può reciclare) metto circa 10 gr di argilla verde e 10 gr di bicarbonato con 10/15 gocce di tea tree oil; per amalgamare il tutto aggiungo piano piano un pò di acqua e mescolo finchè non ottengo una pasta.

Per ovvie ragioni igieniche userò poi un cucchiaino per raccogliere il composto da mettere sullo spazzolino, e non uso lo spazzolino stesso direttamente nel barattolo! Ricordo, inoltre, che il bicarbonato è abrasivo, con effetti sulla placca, quindi va usato ogni tanto per una pulizia profonda senza strofinare troppo per non irritare le gengive.

Fatemi sapere se vi piacerà 😉

Eco-rasatura: la schiuma da barba fatta in casa

 

 

 

 

 

Ecco una ricetta semplice per auto-produrre la schiuma da barba in casa. Occorrono:

  1. 50 ml di gel d’aloe vera (a volte lo si può travare anche in alcuni supermercati): è antinfiammatorio e antisettico, per evitare che i batteri causino irritazioni.
  2. burro di karitè puro, (lo si trova nelle erboristeria ma anche nei negozi specializzati di alimentazione naturale (es. Naturasì) che ha proprietà emollienti e decongestionanti.
  3.  olio essenziale di menta piperita, rinfrescante e antisettico (circa 10 gocce)

Unite il tutto e conservate in un barattolo ben chiuso.

 

 

Un antibiotico naturale: l’aloe vera

 

 

 

 

 

L’aloe vera è una pianta ancora oggi nota per le sue molteplici possibilità di utilizzo. Si tratta di una pianta grassa dalle foglie carnose che consente l’estrazione di un succo denso e concentrato dalle numerose proprietà terapeutiche. Usata come alimento risulta altamente nutriente per la ricca presenza di proteine, vitamine, carboidrati e sali minerali.

Svolge un’azione disintossicante e depurativa, soprattutto se consumata come bevanda ed è un potenteantinfiammatorio, utile per curare affezioni come osteoartrite ed artrite reumatoide  o per ridurre  dolori, gonfiori o arrossamenti in seguito a distorsioni, strappi, contusioni, ustioni o scottature solari.

Ha anche notevoli proprietà anche come cicatrizzante e coagulante oltre ad essere utile come idratante per la pelle. Funziona come antibiotico naturale perché è in grado di contrastare numerose infezioni (anche quelle di origine micotica) grazie alla sua capacità battericida. Inoltre svolgere una blanda azione antipiretica,antidolorifica ed analgesica perché stimola la produzione di endorfine.

 

fonte:  www.tuttogreen.it