Category Archives: Eco detergenti fatti in casa

Ammorbidente per il bucato a base di acido citrico

Soft_by_Sharon77Speeds

l_e_m_o_n_s_by_vickytsphotos-d1wxf1y

Come spesso capita, più facile a farsi che a dirsi: 100 gr di acido citrico sciolti in 1 Lt di acqua distillata !

A piacere aggiungere olii essenziali ed agitare prima dell’uso (gli olli essenziali non si dissolvono ma tendono a rimanete a galla nel liquido). Mettere il liquido nella vaschetta dell’ammorbidente, basta un misurino per togliere il calcare dall’acqua e rendere quindi più morbido il bucato.


Ricetta detersivo per i piatti da lavastoviglie

IMG_3658

Dopo aver ripetuto per un pò di tempo le ricette trovate in giro, ho affinato la mia per renderla più adatta alle mie esigenze e ormai è più che rodata da anni:

Ingredienti:

  • 4 limoni
  • 400 ml di acqua
  • 200 gr di sale fino
  • 200 ml di aceto di vino

Procedimento:

Prima di tutto si tagliano i limoni a quadretti un pò piccoli, per me sono meglio senza buccia perchè questa è spessa e molte volte non si riesce a sminuzzarla come si deve e può creare dei residui nella lavastoviglie. Per quanto si riesca meglio togliere tutti i semi perchè poi sarà più difficile frullartli.

Metto TUTTI gli ingredienti direttamente in una pentola (meglio se ha i bordi alti perchè dopo non sporco quando immergo il frullatore).

IMG_3659

 

Metto il tutto a bollire per circa 15 minuti a fuoco basso ma senza coperchio.

Infine frullo il tutto direttamente nella pentola così il limone si è gia ammorbidito abbastanza per essere reso quasi una crema.

IMG_3660

Questo detersivo lo metto nella normale vaschetta della lavastoviglie, e aggiungo qualche goccia di acido citrico nella vaschetta del brillantante.

Risultato perfetto ! Inquinamento (quasi) zero.

 

 


Pasta al bicarbonato pulitutto

Segnalo questa ricetta che riporto fedelmente dal sito la “regina del sapone”, provatela perchè è davvero ottima:

Ingredienti:
1 panetto da 500 gr. di sapone Alga
1 pacchetto da 500 gr. di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di soda Solvay
2 cucchiaini di sale fino
100 gr. di fecola di patate
20 ml di alcol etilico denaturato (quello rosa)
100 ml di acqua di rubinetto
40 gocce o.e. limone
30 gocce o.e. arancio dolce
20 gocce o.e. eucalipto
10 gocce o.e. tea tree
Preparazione:
Versare in un pentolino 100 ml di acqua di rubinetto. Aggiungere 2 cucchiaini di sale e 1 di soda Solvay. Accendere il fornello e scaldare. Quando la soda si è sciolta aggiungere il sapone Alga tagliato grossolanamente a fette. Dato che c’è poca acqua tenere il fornello al minimo e prestare molta attenzione a non bruciare il sapone (mi raccomando!!!). Girare con un cucchiaio e cuocere lentamente fino a quando il sapone non è quasi sciolto del tutto (se rimane qualche pezzettino non ha importanza). Se durante questo procedimento l’acqua saponata salisse di livello perché si sta scaldando troppo, spegnere e proseguire per un po’ con il fornello spento. Eventualmente se il sapone stentasse a sciogliersi, dopo un po’ riaccendere il fornello.
Quando il sapone è sciolto spegnere tutto.
Prendere il pacchetto di bicarbonato preparato in precedenza e versarne una piccola quantità nel sapone caldo (circa 100 gr.). Iniziare a girare con il cucchiaio. Il bicarbonato reagisce con il sapone facendo una schiuma abbondante e alzando il livello del sapone. Si produce molta anidride carbonica, un po’ come quando si mettono insieme bicarbonato e aceto (in forma più leggera però). Quando la reazione si è un po’ calmata aggiungere dell’altro bicarbonato, sempre poco per volta e girare. Piano piano inglobare tutto il bicarbonato. Continuare a girare per un po’. Sulla pasta si continueranno a formare delle bolle per diverse ore, ma dopo un po’ coprire la pentola e lasciarlo lì fino al giorno dopo. Ogni tanto durante la giornata si può dare una girata con un cucchiaio per accellerare la reazione del bicarbonato.
Il giorno dopo la pasta mostrerà ancora un po’ di attività e sarà così per un paio di giorni, ma non c’è da badarci. Aggiungere alla pasta di sapone 20 ml di alcol etilico denaturato e gli oli essenziali. Girare per distribuirli bene e infine versare poco per volta la fecola. Girare fino ad ottenere un prodotto omogeneo che si presenterà come una crema densa.
Versare la pasta in un bel barattolo di plastica a collo largo e chiudere. Nei giorni a seguire il prodotto potrebbe indurire un po’. Se ciò dovesse avvenire si può aggiungere qualche cucchiaio d’acqua e girare fino ad ottenere la densità giusta. Se ciò dovesse verificarsi anche dopo si può sempre aggiungere un filo d’acqua per regolarne la densità.

La presenza del bicarbonato e degli oli essenziali ne fanno un prodotto davvero versatile: un cucchiaino per lavare le pentole più incrostate, direttamente sulla spugna per lavare i sanitari (anticalcare), come pretrattante per le macchie sul bucato, per pulire in profondità il piano cottura ed il lavello.


Disinfettante naturale WC

La ricetta è sempre quella del sapone liquido con base di sapone all’olio di cocco, ma in più aggiungiamo 30 gocce di tea tree oil; questo detergente è utile per la pulizia dei sanitari ma anche del piano cucina.


Sapone per i piatti fai da te

La ricetta è la medesima per il sapone liquido con base di sapone all’olio di cocco che riporto:

1 panetto da 500 gr. di sapone Alga
500 ml di acqua di rubinetto
20 o 30 gocce di oli essenziali a piacere
Preparazione:
Con un coltello tagliare il sapone a fette di 2 cm e metterlo insieme all’acqua in una pentola.
Accendere il fornello e portare dolcemente ad ebollizione. Spegnere e coprire. Lasciare così fino a quando il sapone non si sarà sciolto. Data l’elevata quantità di acqua non ci metterà molto, ma se dopo un paio d’ore dovessero esserci ancora dei pezzi insoluti, si può scaldare di nuovo e ripetere l’operazione precedente, fino a quando il sapone non si sarà sciolto del tutto.
Quando il sapone è freddo versarlo in un flacone da 1 litro, aggiungere poca acqua fino a riempimento. Sulla base dell’uso che se ne farà, si possono aggiungere degli oli essenziali come rosa, geranio, lavanda, ma anche agrumi o tea tree per un’azione disinfettante.


Sapone liquido multiuso con spruzzino

Sempre utilizzando come base il sapone all’olio di cocco, si può ottenere un ottimo sgrassatore adatto per tutte le superfici:

Ricetta per 1 Lt di prodotto: con un coltello tagliare il sapone a fette di 2 cm e metterlo insieme all’acqua in una pentola.
Accendere il fornello e portare dolcemente ad ebollizione. Spegnere e coprire. Lasciare così fino a quando il sapone non si sarà sciolto. Data l’elevata quantità di acqua non ci metterà molto, ma se dopo un paio d’ore dovessero esserci ancora dei pezzi insoluti, si può scaldare di nuovo e ripetere l’operazione precedente, fino a quando il sapone non si sarà sciolto del tutto.
Quando il sapone è freddo versarlo in un flacone da 1 litro, aggiungere poca acqua fino a riempimento. Sulla base dell’uso che se ne farà, si possono aggiungere degli oli essenziali come rosa, geranio, lavanda, ma anche agrumi o tea tree per un’azione disinfettante.


Detersivo lavatrice con sapone all’olio di cocco

Il sapone all’olio di cocco è più samplice da sciogliere rispetto a quello di marsiglia; per fare 2 Lt di detersivo occorrono 3 panetti di sapone da 500 Gr e 600 Ml di acqua.

Procedimento: tagliare a fettine il panetto (è morbido perciò è facile da tagliare con un normale coltello da cucina); mettere il sapone nei 600 Ml d’acqua in un pentolino e accendere il fuoco a fiamma bassa. Non fatelo bollire ma fate in modo che il prodotto si sciolga piano piano. Una volta sciolto spegnete il fuoco e lasciare raffreddare per poi aggiungere a piacere qualche goccia di olio essenziale. FATTO.

Come per tutti i saponi fatti in casa, per migliorare questo sapone si può aggiungere 1 cucchiaio di soda Solvay (che rompe lo sporco) e 1 di bicarbonato (che addolcisce l’acqua e toglie l’odore dagli indumenti).


Ricetta per fare la crema detergente per le superfici

Per fare questa crema tipo “cif” occorrono: un cucchiaio di bicarbonato, qualche goccia di detersivo per piatti (io uso l’NR della Just che è un detergente universale ecologico buonissimo !) e qualche goccia di olio essenziale a piacere. Al tutto si aggiunge acqua quanto basta per ottenere la consistenza dell’impasto desiderata (dev’essere una crema).

Io ne faccio un pò di più (circa 5 cucchiai di bicarbonato, 20 gocce di detersivo e acqua qb) giusto per averne a disposizione per un pò di tempo e per non doverla rifare tutte le volte. La crema la metto poi in un barattolo tipo quelli che si usano per la tintura dei capelli, così è più comodo anche per versare la crema direttamente sulla superficie.

Sappiatemi dire!


Disinfettante naturale: il tea tree oil

 

 

 

 

 

 

Esiste un potente battericida e antimicotico in natura che possiamo reperire facilmente in erboristeria sottoforma di olio essenziale: il tea tree oil o olio di maleleuca.

Il suo profumo è particolarmente intenso perciò magari non a tutti è gradito, ma io lo utilizzo molto anche per la casa proprio come disinfettante: ne bastano 5/8 gocce in uno spruzzino diluito con acqua e alcool (quello a 90°) nel quale si emulsiona perfettamente: solitamente metto 3/4  di acqua e ultimo con l’alcool e l’olio essenziale. Questo disinfettante è adatto per tutte le superfici di bagno e cucina.  Il tea tree oil può anche essere aggiunto al detersivo per i piatti/lavastoviglie ma anche al detersivo per il bucato proprio per darne potere disinfettante.



Disincrostante lavatrice e lavastoviglie ecologico

Ciclicamente è bene fare un’operazione di disincrostazione per mantenere sano il prezioso elettrodomestico! E’ sufficiente preparare la solita miscela di 150 gr di acido citrico per litro d’acqua (vedi brillantante e anticalcare fai da te) e versare l’intera soluzione direttamente nel cestello vuoto a avviare la macchina (lavatrice o lavastoviglie che sia) alla più alta temperatura.